Connect with us

FANPAGENAPOLI

Dublino cancellata: Ancelotti batte il Dortmund e si riprende il Napoli, terzo ko per Favre

Published

on

Il Napoli riscatta la pesante sconfitta di Dublino col Liverpool e mette ko il Borussia Dortmund 3-1 al termine di una gara decisamente agli antipodi rispetto all’Aviva Stadium. Primo tempo eccellente con gli azzurri corti, equilibrati, attenti e pure precisi in zona gol con Milik prima e Maksimovic poi a siglare le reti dell’uno e del due a zero. Secondo tempo più complesso ma non meno convincente con gli azzurri, rivoluzionati dai cambi, bravi a reggere al ritorno dei tedeschi, ad attutire il 2-1 di Philipp e portare a casa una vittoria, post Irlanda, davvero importante.

E così, con il successo odierno che, come detto, spegne o, almeno, ridimensiona le polemiche di  questi giorni e le buone prestazioni di Chiriches, Ounas e Verdi, ecco duelli individuali e di reparto di Borussia Dortmund-Napoli.

Milik si sveglia: che gol in avvio. Philipp risponde

Nove minuti per rilanciarsi ma, anche, per stoppare sul nascere voci sul mercato del Napoli: Arakdiusz c’è e si vede. E, pure, non teme concorrenza lì davanti. Nove giri di orologio per scaraventare in porta un mancino dei suoi, far esplodere il Kybunpark, mandare i suoi in vantaggio e gioire.

Un gol per presentarsi al suo nuovo tecnico, per cercare di assimilare in fretta il nuovo sistema di gioco di Ancelotti, fatto di esterni molto più dentro il campo e quindi più vicini a lui, e per presentare il conto di una gara decisamente superiore a quella del suo omologo dall’altra parte del rettangolo verde. Con Philipp, sia pure adattato in quel ruolo, non c’è partita col #99, punta vera, molto più dentro il vivo del gioco, partecipe della manovra e terminale ultimo che mette paura al pacchetto arretrato di Favre. Eppure, al 64’, l’ex Friburgo si rimette in carreggiata, sigla il punto del 2-1, riapre la contesa e pareggia, almeno sul piano realizzativo, il confronto col polacco.

Verdi-Ounas, le corsie funzionano. Schmelzer-Piszczek in crisi

Ancelotti, si sa, è uno che, solitamente, dopo una gara non certo esaltante, non fa prigionieri. E così, dopo la scoppola di Dublino col Liverpool, Callejon e Insigne ne fanno le spese ed escono, anche per un principio di giusta rotazione in pre-season, dall’undici titolare: al loro posto Ounas e Verdi. Al loro posto due ragazzi con la voglia di dimostrare il loro valore e di mettere in difficoltà il proprio allenatore per le future scelte di inizio stagione. Missione, specie nei primi 45 di gioco, compiuta, pure, con i crismi dell’eccellenza. Entrambi, difatti, davanti, si mettono a disposizione della squadra, allargano e stringono a piacimento il campo, si producono in molteplici cambi di gioco – volere specifico del nuovo mister – saltano l’uomo e si sovrappongono con estrema puntualità costringendo alla difensiva i terzini Schmelzer e Piszczek, ma anche i mediani Dahoud e Sahin. Insomma, se i titolarissimi sembrano arrancare, fra schemi nuovi e carichi pesanti, i cosiddetti “rincalzi” sono pronti alla bisogna e, letteralmente, scalpitano.

Pulisic spina nel fianco, Mario Rui e Rog faticano a contenerlo

In un Borussia Dortmund lontano parente da quello ammirato negli States nella International Champions Cup, uno dei pochi ad esprimersi ai suoi livelli e, dunque, a creare qualche grattacapo al Napoli è il solito di Pulisic che, di crescere, migliorare e far bene, proprio non sembra averne intenzione. E così da quelle parti, sul centro-destra nel tridente alle spalle di Phlipp, nel 4-2-3-1 totale, lo statunitense crea una sorta di mismatch, di confronto impari con Mario Rui, ma anche Rog, costringendo i propri avversari diretti agli straordinari per arginarlo ed impedirgli di fare molto male sulla parte sinistra degli azzurri.

Porzione di campo dove arrivano i pericoli più grossi, con Philipp in gol e Dahoud al tiro sì ma sempre su iniziativa del numero #22, e dove la formazione di Favre si esprime meglio specie in relazione ad una corsia mancina, quella occupata da Sancho, ben presidiata da Hysaj e, soprattutto, dal brasiliano Allan.

Maksimovic-Chiriches meglio di Toprak-Diallo: difesa, gol e impostazione per gli azzurri

Di lotta e di governo, di astuzia e d’anticipo, di lettura e di impostazione, attacco-difesa. Questi, in estrema sintesi, i dettami di mister Ancelotti per la sua retroguardia, per la nuova difesa del Napoli 2018/19. Questa, in estrema sintesi, la condotta del tandem titolare ChirichesMaksimovic buono, con maggiore rilevanza nella prima frazione di gara, a coniugare tutti i consigli ed i voleri del proprio tecnico. Tandem che esprime personalità palla al piede in fase attiva, bravura nelle chiusure, intelligenza in fase di disimpegno, se si eccettua qualche passaggio a vuoto all’inizio, e qualità anche in zona gol con Maksimovic, al 29’, a svettare nell’area avversaria per il 2-0 campano. Una prestazione, dunque, importante e utile per la coppia di ‘riserva’ napoletana che, con la serata di San Gallo, può legittimamente giocarsi chance di titolarità in avvio di stagione ma anche evidenziare un certo divario dal duo rivale ToprakDiallo meno efficace, performante e impermeabile rispetto ai colleghi azzurri.

Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico

Seguici su Facebook

Advertisement

ALTRE NOTIZIE

SPAZIONAPOLI10 minuti ago

K.O. Insigne, gli esami escludono lesioni: ecco il motivo del suo forfait!

IAMNAPLES10 minuti ago

Di Natale: “Zielinski un campione, Allan come Alemao. Insigne è un ragazzo che si è messo in discussione”

Dici Udinese-Napoli e pensi subito ad Antonio Di Natale. Totò è stato il simbolo di questa sfida: lui napoletano di...

IAMNAPLES10 minuti ago

Il Mattino – Ancelotti senza Insigne, il tecnico si affida a Milik e Mertens

Ancelotti non potrà contare sul bomber azzurro di quest’inizio stagione: sei gol in campionato, più quello in Champions League contro...

CALCIONAPOLI2425 minuti ago

Gazzetta – Insigne ko, rivelazione inaspettata di Ancelotti: l’esame ecografico avrebbe escluso lesioni

Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli La rivelazione dell’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti in conferenza stampa è stata davvero inaspettata, arrivato poche ore...

CALCIONAPOLI2425 minuti ago

“È un giocatore da big, per il Napoli”, Ancelotti svela un’anticipazione di mercato per la prossima estate

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli Nicolò Barella, centrocampista del Cagliari, è un calciatore tra quelli che si sta mettendo più...

CALCIONAPOLI2425 minuti ago

La Gazzetta dello Sport in edicola: “Il Napoli senza Insigne, spazio a Mertens e Milik” [PRIMA PAGINA]

Gazzetta dello Sport in edicola 20 ottobre 2018 ‘Giochiamo con loro‘ , titola così l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport....

SPAZIONAPOLI7 ore ago

RAI – Il Napoli ha offerto 35 mln per Piatek, voleva lasciarlo a Genoa: Preziosi ha detto no”

AREANAPOLI7 ore ago

PRIMA PAGINA CORRIERE – Napoli Sbarella! Ancelotti guarda ai talenti del futuro. Turnover ad Udine

Il nuovo numero del Corriere dello Sport dedica un interessante focus sul Napoli. Sull’edizione campana del quotidiano capitolino, si parla soprattutto di Barella: “Napoli...

AREANAPOLI7 ore ago

Chi è Paola Egonu? La schiacciatrice che ha trascinato l’Italia alla finale dei Mondiali

Si chiama Paola Egonu la star della nazionale italiana di pallavolo femminile, che oggi si giocherà alle 12:40 il titolo...

AREANAPOLI7 ore ago

PRIMA PAGINA TUTTOSPORT – Piatek, esame CR7. Toro, missione Belotti. Grandi progetti per il Pisa

Sono tanti gli spunti che arrivano dalla prima pagina di Tuttosport. Il quotidiano piemontese si sofferma sui temi più caldi del...

Copyright © 2018 NAPOLIH24

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com